DUCATI Scrambler 400 SIXTY 2

Condividi
Canone mensile IVA esclusa 137 €
Anticipo IVA esclusa 1.000 €
Km inclusi15.000
Durata (mesi)36
  
AlimentazioneBenzina
Cilindrata400 Cm³
Potenza30 KW / 41 CV
Tipo di cambioManuale
Colore esternoOrange pastello
TI PIACE QUESTO VEICOLO?
Richiedici un preventivo gratuito !


Invia la tua richiesta

Servizi inclusi

 Copertura assicurativa Kasko
 Copertura assicurativa RCA
 Limitazione di responsabilità (furto e incendio)
 Manutenzione ordinaria e straordinaria
 Nessuna maxirata finale
 Soccorso stradale tempestivo
 Tassa di proprietà inclusa
 Copertura assicurativa Kasko
 Limitazione di responsabilità (furto e incendio)
 Nessuna maxirata finale
 Tassa di proprietà inclusa
 Copertura assicurativa RCA
 Manutenzione ordinaria e straordinaria
 Soccorso stradale tempestivo
 Copertura assicurativa Kasko
 Manutenzione ordinaria e straordinaria
 Tassa di proprietà inclusa
 Copertura assicurativa RCA
 Nessuna maxirata finale
 Limitazione di responsabilità (furto e incendio)
 Soccorso stradale tempestivo

Consumi

Dati sui consumi attualmente non disponibili.

Dimensioni esterne ed interne

Posti omologati: n.d.
Lunghezza: 0,00 m
Altezza: 0,00 m
Larghezza: 0,00 m

Efficienza energetica (emissioni / Km)

Dati sull'efficienza energetica attualmente non disponibili.

Accessori

 ABS
 ABS
 ABS

DESCRIZIONE

Una manciata di curve e ci accorgiamo di quanto sia divertente e agile, nonostante il peso non esattamente piuma (160 kg a secco). Le sospensioni, morbide, sono pensate più per il comfort cittadino che per la guida brillante, ma non si tirano indietro se si calca un po' la mano. Le pieghe non sono così spontanee, la Ducati va un tantino maltrattata, per divertirsi tra le curve. Le gomme Pirelli MT60RS a lei dedicate tengono sufficientemente anche sul bagnato (a Barcellona non pioveva da 100 giorni, immaginatevi le condizioni dell'asfalto sporco e scivoloso) e non disdegnano qualche scorrazzata in blando fuoristrada; anche l'ergonomia della moto suggerisce una guida quasi enduristica, anche in piedi. Bene la stabilità a velocità sostenute, nessuna vibrazione, inutile toccare l'argomento protezione dall'aria, ovviamente assente. Una moto da aperitivo milanese, senza dubbio, ma con quel qualcosa in più che la rende complice anche nelle scorribande fuori città. E il passeggero? Comodo, sulla lunga sella e con delle pedane ben posizionate. Ma non c'è appiglio, ci si deve affidare al guidatore.